La SARANELLO IMPIANTI svolge interventi di revisione e manutenzione ordinaria su qualsiasi marca e modelli di caldaie. Per un controllo regolare della caldaia e dell’impianto diamo la possibilità ai nostri clienti di sottoscrivere contratti di manutenzione caldaie annuali con libretto impianto e registrazione al catasto termico.

Tutti i nostri interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria vengono svolti da un team di tecnici qualificati con il massimo della precisione e col pieno rispetto delle normative vigenti.
Per alcuni clienti diventa difficile o impegnativo ricordarsi di chiamare ogni anno il centro assistenza per richiedere la manutenzione. Noi veniamo incontro ai clienti a questo “problema” offrendo loro la possibilità di sottoscrivere un contratto di manutenzione grazie al quale saremo noi stessi a chiamare il cliente ricordandogli di fissare un appuntamento per eseguire la manutenzione annuale della caldaia.

Ogni nostro intervento di manutenzione prevede il controllo generale della caldaia, l’analisi fumi e la verifica di eventuali perdite di acqua e gas.

Alla fine di ogni intervento di manutenzione, i nostri tecnici registrano tutte le operazioni sul Libretto Caldaia in modo tale da essere in regola con tutte le disposizioni obbligatorie per Legge.

Il libretto della caldaia dovrà essere compilato obbligatoriamente in caso di nuova installazione di un impianto. Nel caso in cui si trattasse di un impianto già esistente, il libretto dovrà essere redatto in occasione del primo intervento di manutenzione.
Durante la regolare operazione di controllo e manutenzione che necessita la caldaia, il tecnico può compilare e rilasciare il libretto. Inoltre anche in caso di modifica o sostituzione sarà obbligatorio compilare nuovamente il libretto. Ricorda che la conservazione del libretto spetta al responsabile dell’impianto, ossia il proprietario dell’immobile o l’amministratore del condominio.

Per un corretto funzionamento della caldaia è fondamentale svolgere periodicamente la manutenzione dell’impianto e il controllo dei fumi.

La normativa nazionale di riferimento per il controllo dei fumi della caldaia è il decreto del Presidente della Repubblica n. 74/2013, che prevede l’obbligo di controllare i fumi ogni 2 anni per potenze inferiori ai 35 kW e se l’impianto è alimentato a combustibile liquido o solido. I controlli sono invece previsti ogni 4 anni se l’impianto è alimentato a Gpl per quanto riguarda tutti i tipi di caldaie domestiche e condominiali fino a 100 kW.

Il controllo dei fumi della caldaia consiste nell’analisi della combustione dei fumi, per verificarne il rendimento, la concentrazione di ossido di carbonio (CO) e l’indice di fumosità. Un tecnico specializzato è l’incaricato di prelevare i prodotti di combustione e misurare se i valori sono conformi a quelli indicati dalla normativa.

Nel libretto tecnico della vostra caldaia è indicata la frequenza con cui deve essere fatta la manutenzione dell’impianto. Il controllo annuale della caldaia è importante per garantire sempre un corretto funzionamento. Al fine di ottimizzare il rendimento dell‘impianto termico con una riduzione sia dei consumi sia dell’inquinamento atmosferico, è consigliabile comunque fare la manutenzione dell’impianto una volta all’anno, nel periodo autunnale prima dell’accensione del riscaldamento.

Oltre alla manutenzione, è importante svolgere regolarmente anche la pulizia annuale: questo ti permette di mantenere la caldaia efficiente e prevenire i guasti. La pulizia annuale è un intervento di pulizia accurata della caldaia in cui si verificano i suoi parametri di funzionamento e le varie regolazioni: un tecnico si incaricherà di smontare le parti rimovibili esterne della caldaia per procedere ai vari controlli.

Detrazioni fiscali per la sostituzione della caldaia…

La legge di bilancio ha confermato la proroga fino al 31 dicembre 2021  dell’Eco-bonus per gli interventi sull’efficienza energetica. La sostituzione della vecchia caldaia può beneficiare di una detrazione fiscale pari al 65% o del 55%. I Clienti che intendono sostituire l‘impianto di climatizzazione invernale con una caldaia a condensazione, possono contare di due percentuali di detrazione diverse, una al 65%, ed un al 55%. Per poter usufruire della detrazione fiscale al 65% è necessario installare una caldaia a condensazione, con modifica del sistema di distribuzione (valvole termostatiche su ogni termosifone o sistemi di regolazione della temperatura in ogni ambiente) oppure una caldaia a biomassa. Per la detrazione al 50% è sufficiente installare una caldaia a condensazione di classe A senza valvole.Il pagamento della caldaia deve avvenire secondo le modalità previste dalla legge per l’ Eco-bonus.

La novità del 2017 è che l’agevolazione per le detrazioni fiscali, a fini di risparmio energetico, è stata estesa ai condomini fino al 2021, secondo questa distinzione: 

-Detrazione al 65% per interventi di riqualificazione energetica su parti comuni

-Detrazione fiscale del 70% per lavori sull’involucro dell’edificio condominiale

-Detrazione del 75% per il miglioramento della prestazione energetica invernale

La SARANELLO IMPIANTI è regolarmente iscritta al CURIT, una nuova disposizione catastale per impianti termici, grazie al quale è possibile monitorare in tempo reale l’evoluzione del parco impianti termici regionale, a servizio degli edifici residenziali e terziari, sia in termini di consistenza che di prestazioni energetiche ed ambientali. 

Lo staff di tecnici è a vostra completa disposizione ed è possibile contattare il team compilando il form del modulo contatti per prenotare il CECK-UP e la REVISIONE della vostra CALDAIA.